lunedì 15 agosto 2011

Il mio Mondo dei Desideri...

...c'è sempre un posto in particolare nel quale ci ritroviamo spesso a sostare in pura serenità, circondate da cose Belle e forse anche un po' vive... beh in realtà non è facile trovare dei posti del genere, perchè sono molto rari... ma qualcuno sparso in giro, in qualche angolino un po' riparato delle grandi metropoli rumorose e caotiche, a volte lo si scova.
Io in questo ci trascorro molte delle mie giornate, e ne trascorrevo anche di più qualche tempo fa, prima che il caro signore che ci lavorava andasse in pensione... e anche se ora è bello quanto prima, lui mi manca davvero tanto. Ricordo quanto era silenzioso e discreto, ma bastava che io prendessi in mano un libro perchè lui mi mandasse un'occhiata che a volte era molto compiaciuta, mentre altre era ironica e contrariata, a seconda del tipo di libro che le mie manine avevano toccato. Più di una volta mi ha obbligata a portarmi a casa libri e oggetti vari, dicendo "su su se lo porti via!", senza volere che glieli pagassi subito, e diceva "la prossima volta, la prossima volta, se vuole..."... così io ogni volta uscivo da quel negozio piena di pacchetti e pacchettini, sempre con un sorriso sulle labbra che mi faceva sentire un piccolo raggio di sole... e più di una volta, quando uscivo da quel piccolo posticino meraviglioso, mi ricordavo dov'ero... ricordavo che ero nella grande metropoli, incrociavo il viavai indaffarato delle persone, delle macchine, dei tram, e mi veniva da ridere, perchè io un attimo prima non ero lì pur essendo lì... e il sorriso diventava ancora più grande e divertito. Un giorno sono addirittura tornata indietro per dirglielo, al caro signore... perchè quella volta uscendo da lì si era creato un distacco talmente intenso che io veramente non ricordavo di essere in quella città... e per alcuni minuti mi ero guardata in giro spaesata.
Ricordo anche quando prendevamo in giro i passanti... persone normali, piene di pensieri, di "doveri", di "mestieri", di cose da dire, fare, rimproverare... nella Bottega apparivano come marionette di un brutto e noiosissimo film... il film della loro vita normale, con i loro normali impegni e i loro normali e fugaci piaceri... privi completamente di uno scopo che andasse oltre il loro vivere normale, felici di preoccuparsi dei problemi del mondo, dei soldi, dell'economia, della politica, dello shopping, del lavoro, e di tutto il resto...
E che risate che ci facevamo...! Soprattutto quando nel caos delle automobili qualcuna "messa di traverso sul marciapiede" bloccava il traffico per un'ora, e tutti si inferocivano, ingabbiati nelle reti che loro stessi avevano creato... oppure quando le persone si insultavano per motivi davvero inconcepibili e stupidi...
Che strano film le loro vite... personaggi di finzione totalmente inconsapevoli di esserlo.
Noi almeno cercavamo il modo di toglierci la maschera... e nel frattempo a guardare fuori c'era veramente tanto da ridere...!
Ogni volta che mi accingevo a tornare a casa lui mi diceva "arrivederci signorina... torni presto!", e io mi sentivo tranquilla... perchè qualsiasi cosa fosse successa, quella era per me una certezza. Io sarei sempre tornata lì e tutto sarebbe sempre stato uguale.
E invece un giorno sono entrata, e nonostante il piacere e la gioia di vedere le nuove proprietarie, lui non c'era più.
Da quel giorno non l'ho più visto e non so più nulla di lui... e mi manca tanto quel caro signore, gli ero davvero molto affezionata... e lo sarò sempre.

Beh... dopo questo racconto fatto di ricordi - del resto questo è un po' il periodo dell'anno dedicato al Ricordo - se qualcuna vuole seguirmi dentro a quel piccolo mondo incantato, e un po' particolare, sarò lieta di mostrare qualche foto (tratta dalla pagina Facebook della Bottega Artigiana) delle sue mille e più meraviglie.



Queste foto sono fatte dalla vetrina... ma ora addentriamoci di più... a scoprire animaletti di argilla, infusi della vita che l'argilla, e una buona mano, donano loro.






...ci sono proprio tutti! Maialini, draghetti, orsetti imbronciati e birboni, pipistrelli, fanciulle adorne di fiori, lumachine, funghetti, e personaggi delle leggende popolari, come i Bragöla della foto, e poi fra quelli che non si vedono ci sono fate, sirene azzurre, oche, uccelletti... e altro ancora!
Ma che dire dei legnetti dipinti con immagini delle Fate, e delle Fanciulle incantate...? Io ne ho già un po' ma ogni volta mi incanto a guardarli... e ci metto ore a sceglierne uno...



Che meraviglia... potessi le porterei a casa tutte... ma non solo... alla Bottega le meraviglie non finiscono mai...


Animaletti di bronzo, specchi di bronzo e simboli alchemici...


Splendidi gioielli di rame, il Metallo delle Donne... certo perchè non sono certo oro, platino e diamanti che simboleggiano l'antica Sapienza femminile... ma il semplice rame rosso dei paioli grandi e capienti... atti a operare riti dimenticati...



E poi Libri con la "L" maiuscola, fra i pochi che ormai valga veramente la pena di leggere, perchè gli unici che offrano consigli e piccoli indizi per percorrere un Sentiero autentico e non limitato agli artifici della ragione, della razionalità e della mente, che non portano, né porteranno mai, da alcuna parte.


Mi sa che la cornicetta con la scopina della foto qui sopra ora non ci sia più... ehm... sono passata io qualche mese fa e me la sono portata a casa! ;D Mi sa che è proprio la mia! *.*


Altri Libri importanti... come Il Linguaggio della Dea qui sopra e tutti gli altri delle antiche tradizioni...


...e che dire di questi meravigliosi Diari e Scrigni...? Ora ce ne sono anche altri in vetro colorato che sono davvero indescrivibili... anche di questi ne ho già uno preso qualche annetto fa... sono tutti meravigliosi... ma il mio lo adoro più di tutti...


...ed eccoci giunte alla fine di questo piccolo viaggio nella Bottega Artigiana, dove qualsiasi cosa vi sia contenuta è oggetto del mio desiderio, e di quelli di tante altre fanciulle come me... :)
Per fare un pochino di pubblicità, la Bottega Artigiana si trova a Milano, in Via Vigevano 14 (fermata Porta Genova). Ed è un posto che, una volta visitato, non si può più dimenticare...


3 commenti:

La Zia Artemisia ha detto...

Che meraviglie...
io adoro il diario quello con la foglia... bellissimo! un abbraccio
la Zia Artemisia

Anonimo ha detto...

hai un blog particolare, ricco ed affascinante..complimenti
Pat
http://pezzettidipezza.blogspot.com/

Syama ha detto...

un piccolo spazio speciale dove si respira l'atmosfera di un mondo magico e incantato